Il Premio Sonia Bonacina è promosso da teatro in-folio
è finanziato da Regione Lombardia e Fondazione Cariplo
è patrocinato della Città di Seregno
e sostenuto dai genitori di Sonia

 

Il Premio Sonia Bonacina
nasce per ricordare la giovane attrice di Seregno scomparsa tragicamente a Milano il 30 gennaio 2011,
investita ad un semaforo, mentre era impegnata ad attaccare le locandine del suo prossimo spettacolo.

Il premio porta in esergo la frase di Gertrude Stein
“una rosa è una rosa è una rosa”
perché è come regalare una rosa che a Sonia sarebbe piaciuta.

Una rosa tre volte,
come tre volte donne sono le attrici che interpretano donne che parlano di  donne.

 





Il premio vuole promuovere il lavoro delle donne di teatro.

Gli spettacoli finalisti verranno presentati a inizio Febbraio 2017
presso l'auditorium di Piazza Risorgimento in Seregno
la giuria popolare voterà il primo, secondo e terzo classificato

Terza Edizione Anno 2016

SPETTACOLO FINALISTA
The Merry Wives of William

scritto e diretto da Laura Pasetti
con Firminia Adorno, Maria Calvo, Laura Faoro
musiche di Roberto Andreoni
coproduzione Piccolo Teatro di Milano e Charioteer Theatre


SPETTACOLO FINALISTA
Il ritratto della salute

di Mattia Fabris e Chiara Stoppa
regia Mattia Fabris
con Chiara Stoppa
produzione ATIR Teatro Ringhiera


SPETTACOLO FINALISTA
Mad in Europe

di e con Angela Dematté
collaborazione Rosanna Dematté
scene e costumi Ilaria Ariemme
disegno luci e audio Marco Grisa
regia del gruppo Mad in Europe



Presidente della giuria: Carla Colombo
Giurati: Roberta Biagiarelli, Roberto Bonacina, Nicolas Ceruti
(ILINXARIUM), Lorenzo Conti (artedanzaE20 - Dance_B), Michele Losi (Pleiadi Art Productions - Campsirago Residenza),
Michela Marelli
(teatro in-folio - Residenza Carte Vive), Alessandra Pasi (nudoecrudo teatro), Roberto Trifirò



Media Partnership



visita la nostra pagina

Guarda i trailer degli spettacoli in FINASTI

Guarda i trailer degli spettacoli in CONCORSO


Guarda i risultati della

Prima Edizione 2014


Guarda i risultati della
Seconda Edizione 2015





Sonia Bonacina

Nasce l’11 luglio 1982, inizia a fare teatro in terza media, durante un laboratorio proposto da Giorgio Como alle Scuole Mercalli di Seregno.
Con il Gruppoteatro di Desio da lui diretto, continua poi a recitare per otto anni.
Per la maturità linguistica all’Istituto Candia stupisce gli insegnanti portando Brecht: una ricerca accuratissima sulle prime rappresentazioni del Piccolo Teatro per la tesina di diploma, ma anche alcuni passaggi delle opere recitati con passione all’esame orale.
Nel 2004 partecipa alla messa in scena de Il borghese gentiluomo di Molière, prodotto dall'Accademia d'Arte e Mestieri del Teatro alla Scala di Milano, con la direzione di Marise Flach. Nel 2005 recita ne Il cerchio incantato, con Franco Sangermano e Roberto Trifirò, per la regia dello stesso Trifirò, di cui era già stata più volte assistente. Lavora con Teresa Pomodoro come assistente e come attrice allo Spazio Teatro No’hma di Milano.
A Roma nel 2007 va in scena ne L'Innesto di Pirandello, diretta da Monica Conti.
Entra a far parte della Compagnia Il Carro di Tespi dei Fratelli Miraglia di Milano.
Con Marco Graffeo e Donato Mazzarella fonda la compagnia Figli di nessuno. Provano nella cantina, che dipingono di nero, della nonna di Sonia, producono: inContro, Come va il cielo, Piccolo Principe, Resistenza: queste parole io ti affido.
Come doppiatrice era la voce del personaggio Haru Miura, in Tutor Hitman REBORN!
Il 15 febbraio 2011 avrebbe debuttato al teatro Out Off di Milano con la commedia di Molière Le furberie di Scapino, diretta da Trifirò, interpretando il personaggio di Zerbinetta.
La sera del 30 gennaio 2011, stava affiggendo le locandine dello spettacolo, insieme a Roberto Trifirò, quando un assurdo incidente fra due auto la uccide.


- Copyright 2017 teatro in-folio - P.I. 03095670968 -